TEORIA DELLA DOMANDA E DELL'OFFERTA DELL'AZIONE DEI PREZZI

L’essenza di tutte le transazioni monetarie nel mercato finanziario è il gioco universale tra domanda e offerta, che esiste fin dall’inizio dell’umanità. La teoria della domanda e dell’offerta dell’azione dei prezzi è considerata il fondamento dell’economia moderna in quanto svolge un ruolo cruciale nel potenziare le azioni degli operatori del mercato, ma anche nel modellare i movimenti dei prezzi di diverse classi di attività. 

In questo sguardo dettagliato, ci accingiamo a svelare i misteri del rapporto tra domanda e offerta, esaminando il suo ruolo nella scoperta dei prezzi, nel completamento del mercato e nell'allocazione delle risorse.

La teoria della domanda e dell'offerta non è semplicemente un fenomeno che ha luogo nei mercati fiscali. È una legge fondamentale dell'economia che regola la produzione, l'allocazione e l'utilizzo di beni e servizi nel proprio sistema. 

Il fatto che un particolare prodotto sia favorito o meno sul mercato è determinato principalmente da fattori quali il prezzo, l'accessibilità e se sia o meno di grande utilità. Allo stesso modo, la fornitura di un bene o di un servizio è determinata o influenzata da una serie di fattori allo stesso modo del costo di produzione, della disponibilità di materie prime e della tecnologia.

In questa materia, le fluttuazioni della domanda e dell’offerta hanno un effetto pronunciato sui tassi delle attività nei mercati finanziari, comprese azioni, obbligazioni, valute estere e materie prime. 

Il prezzo del bene è definito dall'interazione tra l'offerente e l'offerente sul mercato. Quando le circostanze cambiano, il tasso di vendita delle attività aumenta e quando l’offerta è maggiore, il prezzo continua a scendere.

Discernere le interrelazioni tra domanda e offerta è una parte fondamentale del profitto sia per gli investitori che per i trader che utilizzano i movimenti dei prezzi nei mercati finanziari come strumento. 

Studiando la dinamica delle variabili indicatore, gli investitori possono chiarire l'andamento del mercato e prendere la decisione di investimento appropriata. Oltre a ciò, il coinvolgimento dei politici nelle dinamiche della domanda e dell’offerta può portare alla creazione di buone politiche economiche orientate al raggiungimento della crescita e della stabilità. In questo saggio, esamineremo da vicino le dinamiche della domanda e dell’offerta, esaminando i vari fattori che le influenzano e la loro funzione nel determinare i risultati del mercato.

Comprendere la domanda e l'offerta

La domanda e l’offerta sono le principali forze di mercato che, in ultima analisi, determinano i prezzi. In realtà, l’offerta è la quantità di un bene o servizio che i produttori sono pronti e in grado di offrire in vendita se cambiano i prezzi. 

Allo stesso modo, la domanda si riferisce alla quantità di beni o servizi che i clienti sono disposti e possono acquistare a vari prezzi. 

La competizione tra queste due forze è il fattore indeterminato che determina il prezzo di equilibrio, dove l’offerta annulla la domanda e il mercato si stabilizza.

La legge della domanda

La legge della domanda afferma che la quantità domandata diminuisce mentre il prezzo di un bene o di un servizio aumenta; al contrario, la quantità domandata aumenta quando il prezzo diminuisce. 

Questa è la pietra angolare della relazione inversa tra prezzo e quantità domandata, esprimendo il concetto di utilità marginale decrescente. I consumatori sono abituati a pagare prezzi più alti e quindi allocano le proprie risorse in modo più giudizioso e, di conseguenza, spendono meno per questo bene o servizio.

La legge dell'offerta

Inoltre, la legge dell’offerta sostiene che, a parità di altre condizioni, più aumenta il prezzo di una merce o di un servizio, più aumenta l’offerta e, viceversa, un’offerta più elevata si traduce in prezzi più bassi. Questa risposta diretta della quantità offerta al prezzo è l'espressione della ricerca di profitto da parte dei produttori. I prezzi elevati spingono i fornitori a dare maggiore importanza ai propri impianti di produzione, il che generalmente porta ad un'espansione del mercato.

Equilibrio di mercato

Questa nozione di equilibrio del mercato rappresenta un argomento fondamentale in economia che implica una certa situazione in cui la quantità di beni o servizi richiesti a un certo livello di prezzo è appena uguale alla quantità di beni e servizi offerti dal mercato allo stesso livello di prezzo. Inoltre, esiste una sorta di equilibrio, il che significa che venditori e acquirenti diventeranno indifferenti alle azioni degli altri e si accontenteranno dell'esatta quantità di beni e servizi che desiderano acquistare e vendere. Ciò equivale all’equilibrio del mercato e quindi i costi rimangono costanti.

Un mercato in equilibrio è una condizione dinamica e viene modificato in risposta a diversi fattori come il gusto del cliente, le innovazioni tecnologiche e le politiche del governo. La divergenza dalla posizione di equilibrio provoca un aggiustamento del livello dei prezzi, poiché le forze di mercato reagiscono con l'obiettivo di mantenerlo in equilibrio. Ad esempio, se il prezzo è superiore a quello di equilibrio, vi è un eccesso di offerta che indica la direzione al ribasso del costo. Se invece il tasso è inferiore a quello di equilibrio, si verifica un aumento della domanda a causa della pressione sui prezzi, che porta a un livello dei prezzi più elevato.

Essendo l’equilibrio del mercato un concetto cruciale, consente agli economisti di catturare l’essenza di come funzionano i mercati e quali fattori determinano il livello dei prezzi. L'equilibrio del mercato non è solo un concetto così significativo da essere utilizzato in molti modelli, ma anche in teorie che mirano a mostrare il dinamismo del mercato. Inoltre, in particolare, l’equilibrio del mercato funge da fattore imperativo per le imprese e gli investitori poiché li aiuta a rendere operative le decisioni relative alla produzione, ai prezzi e agli investimenti.

L’equilibrio del mercato è un concetto essenziale che spiega matematicamente la situazione in cui la quantità che le persone desiderano acquistare è uguale alla quantità prodotta e venduta a un determinato prezzo. Questa è una situazione dinamica che in varie condizioni e l’equilibrio è in continua evoluzione, e qualsiasi squilibrio forzerebbe aggiustamenti dei prezzi mentre le forze di mercato vanno avanti per ripristinare l’equilibrio.

Fattori che influenzano la domanda e l'offerta

I concetti di base di domanda e offerta sono il fondamento dell’economia che aiuta a vedere come funzionano i sistemi economici. Coinvolgersi nella conoscenza del motivo per cui la domanda e l’offerta fluttuano di beni e servizi può fornire questa prospettiva unica sul modo in cui funzionano i mercati e sul perché determinati fattori possono influenzarli.

Un fattore centrale nella domanda e nell’offerta che è in qualche modo elastico è il prezzo. Questa è la proporzione in base alla quale i beni richiesti o offerti cambieranno alla luce delle variazioni di prezzo. Gli articoli che hanno una domanda e un'offerta elastica rispetto a quella anelastica tendono a esporre una maggiore fluttuazione in base alle variazioni dei prezzi, mentre gli articoli con quest'ultimo tipo di elasticità sono piuttosto insensibili.

Inoltre, entrano in gioco gli effetti di reddito e di sostituzione che possono anche contribuire alla fluttuazione della domanda e dell’offerta. Gli aggiustamenti nel reddito disponibile dei consumatori e le alternative ai beni originali possono essere un fattore chiave per la dinamica del mercato. Ad esempio, il reddito dei consumatori aumenta, il consumo di beni di lusso potrebbe aumentare, ma se ci sono gli stessi prodotti in un’offerta più economica, presumibilmente, i consumatori preferiranno acquistarli.

Un altro effetto interessante che i cambiamenti tecnologici possono portare sulla domanda e sull’offerta è un altro. Uno dei vantaggi dei miglioramenti tecnologici è la riduzione dei costi di produzione o l'aumento dell'efficienza che, a sua volta, può comportare la riduzione del prezzo dei prodotti e un'ulteriore influenza positiva sulla domanda nel mercato. Allo stesso modo, i cambiamenti tecnologici sono in grado di modificare le scelte dei consumatori e indurre vari modelli di spostamento dell’offerta.

Le politiche del governo si rifletteranno in modo significativo anche nella creazione di domanda e offerta in una serie di settori. Le dinamiche di mercato potrebbero essere utilizzate come esempio di tasse, sussidi e regolamenti: questi sono solo alcuni esempi degli interventi governativi. Inoltre, le tasse su prodotti specifici possono comportare un calo della domanda, mentre i sussidi possono stimolare la produzione che potrebbe aumentare ulteriormente la disponibilità di tali prodotti sul mercato.

Implicazioni per l'azione dei prezzi

Il concetto di domanda e offerta è, tuttavia, la radice della pratica economica. La teoria si basa sulla logica secondo cui il prezzo di beni e servizi è uniforme tra la quantità di beni e servizi che i produttori sono pronti ad offrire e il bene dei consumatori che hanno potuto acquistare.

L’equilibrio dal lato dell’offerta dipende dalla disponibilità dei servizi produttivi generata dai produttori sul mercato. 

Ciò non è esente dall’influenza di fattori come il costo di produzione, la tecnologia, la disponibilità di risorse e le politiche governative. Al contrario, le tendenze nel settore della domanda sono solitamente influenzate da vari fattori quali le preferenze dei clienti, i redditi disponibili, l’esistenza di sostituti e le strategie di marketing.

L’equilibrio dei prezzi su un mercato è il risultato dell’interazione del comportamento della domanda e dell’offerta; il prezzo di equilibrio è il prezzo al quale la quantità totale offerta è uguale alla quantità totale domandata. La determinazione del prezzo di equilibrio si trova all'intersezione di due curve: l'offerta dei produttori è nel punto in cui prezzo e quantità sono in equilibrio, d'altra parte, se il prezzo è troppo alto, i consumatori chiederanno di meno e i produttori offriranno di più, portando al surplus. 

Al contrario, se il prezzo è basso, i consumatori vorranno di più e i produttori produrranno di meno e di conseguenza ci sarà di meno.

La teoria della domanda e dell’offerta fornisce la chiave per comprendere le dinamiche del mercato oltre a prevedere l’esito futuro del prezzo. 

Cogliendo la condizione fondamentale che motiva la domanda e l’offerta, i trader e gli investitori saranno in grado di vedere aperture strategiche e sapere anche come affrontare i rischi. Inoltre, le alterazioni nelle condizioni del mercato di mantenimento e domanda possono generalmente rappresentare i cambiamenti della mentalità del mercato e fornire una prospettiva utile sulla tendenza economica generale.

Ad esempio, i prezzi del petrolio aumenteranno, dato un picco della domanda dovuto alla ripresa economica. I produttori cercheranno quindi di tenere il passo con un trend alimentato dalla domanda. 

Inoltre, le carenze causate da tensioni geopolitiche o catastrofi naturali possono comportare un aumento dei prezzi del petrolio, conseguenza di una minore offerta. Comprendendo questi fattori, i trader e gli investitori possono prendere la decisione sensata di acquistare o vendere i futures sul petrolio al momento giusto.

Conclusione 

In conclusione, la teoria della domanda e dell’offerta è il fondamento della teoria economica e del processo decisionale. Attraverso la contemplazione della relazione dinamica tra domanda e offerta, gli economisti e i partecipanti al mercato ottengono informazioni utili sulle forze che determinano l’andamento dei prezzi e i risultati del mercato. 

Considerando la varietà di fattori che influenzano la scena mondiale, i comprovati principi economici della domanda e dell'offerta sono di grande aiuto quando si tratta di comprendere e spiegare i capricci dei mercati.